Le ricette dello Chef ...

Giorgio Niccolini

E' nato a Pisa, dove si è laureato in filosofia nel 2012.

Ben presto la sua passione per la cucina ha preso il sopravvento sugli studi effettuati e nel 2013 ha iniziato a lavorare in un ristorante del litorale pisano.
Dopo questa esperienza, a inizio 2014, si è trasferito a Parigi.
Qui, dal febbraio 2014 a inizio 2015, ha lavorato in diversi ristoranti ricoprendo ruoli differenti.
Nell'ultimo di questi, un nuovo ristorante appena aperto in pieno centro a Parigi, ha ricoperto il ruolo di Chef de Partie ed era responsabile dell'organizzazione del lavoro e della definizione del menu del giorno. 

Dopo l'esperienza parigina ad Aprile 2015 si è trasferito a Milano dove ha lavorato per alcuni mesi al ristorante "Rebelot" sui navigli.

Tornato nella città natale ha iniziato una nuova esperienza, facendo partire un nuovo progetto: il Toque.   

Cos'è il Toque

Il concetto di Toque nasce da una passione: l’amore per i prodotti della terra, per lo sposalizio dei gusti, per ciò che ci ha lasciato in eredità la tradizione, declinato secondo le più aggiornate innovazioni in ambito culinario. Una passione coltivata privatamente in principio con l’entusiasmo proprio di chi muove i primi passi alla scoperta di un nuovo mondo. Con il tempo, poi, ho voluto trasformarla nel mio mestiere. L’esperienza lavorativa in cucina, come dipendente, ha consolidato la mia vocazione, fino a che mi sono reso conto che l’ambiente ‘classico’ della ristorazione non era il punto d’approdo ideale che mi ero immaginato all’inizio. Da qui, l’idea di costruire un ‘ristorante itinerante’, per portare il meglio della cucina professionale direttamente a casa del cliente: un connubio felice tra convivialità e servizio di alto livello. Un ristorante itinerante sia nella pratica che nell’etica, sempre volta all’esplorazione. Una cucina in evoluzione che non resta ancorata alle proprie certezze, ma che cresce e si rinnova di settimana in settimana, proponendo menù sempre diversi in accordo con le preferenze dei commensali, a partire da quello che ha da offrirci la natura secondo stagione. Un itinerario formativo che coinvolge al contempo cuoco e cliente, verso la scoperta di sorprendenti abbinamenti tra prodotti ‘tradizionali’ e troppo spesso dimenticati, e sapori nuovi, influenzati dalle altre regioni d’Italia e del mondo. Per un’esperienza gustativa che non si limita alla consumazione del piatto finito, ma coinvolge il cliente passo per passo, dalla stesura del menù alla tavola.